Per analisi statistiche e una migliore esperienza digitale su questo sito, utilizza cookie di "terza parte", ovvero cookie statistici di tipo analitico inviati da Google Inc Analytics   

  • Avviso
  • slide_01
  • Pon
  • preside_alunni

La XXIII edizione di Porte aperte alla Sapienza si svolgerà nei giorni 16-17-18 luglio 2019
Ci saranno:
1. stand informativi nei viali della Città universitaria dalle 9.30 alle 18.00
2. presentazioni delle facoltà in Aula magna
3. performance musicali e teatrali delle orchestre Sapienza e degli attori di Theatron - Teatro antico alla Sapienza
4. apertura straordinaria dei Musei Sapienza 

Nelle stesse giornate e orari sarà a disposizione uno spazio specifico per gli studenti con disabilità e con DSA.

E’ possibile prenotare gli incontri tramite mail:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (per studenti con disabilità)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (per studenti con DSA)

Tutte le conferenze prevedono la presenza di un interprete LIS.

guarda il video in LIS

Dal mese di febbraio gli alunni delle classi 3 e 4 dell'indirizzo Manutenzione e Assistenza Tecnica stanno realizzando un progetto per l’acquisizione di competenze trasversali e per l’orientamento (ex ASL) che hanno come comune denominatore l’uso della tecnologia.

Talking Hands è un guanto sensorizzato capace di tradurre parzialmente la LIS (Lingua dei Segni Italiana) in voce. Attraverso i suoi sensori, registra i movimenti delle mani che riproducono il linguaggio dei segni e invia i dati ad uno smartphone, i dati vengono poi processati per tradurre il segno compiuto in voce.

<iframe width="560" height="315" src="/

" frameborder="0" allow="accelerometer; autoplay; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture" allowfullscreen></iframe>

Dal mese di febbraio gli alunni delle classi 3 e 4 dell'indirizzo Manutenzione e Assistenza Tecnica stanno realizzando un progetto per l’acquisizione di competenze trasversali e per l’orientamento (ex ASL) che hanno come comune denominatore l’uso della tecnologia.

Talking Hands è un guanto sensorizzato capace di tradurre parzialmente la LIS (Lingua dei Segni Italiana) in voce. Attraverso i suoi sensori, registra i movimenti delle mani che riproducono il linguaggio dei segni e invia i dati ad uno smartphone, i dati vengono poi processati per tradurre il segno compiuto in voce.

I ragazzi, con l’aiuto dei dott. Pezzuoli e Corona, responsabili del progetto, stanno acquisendo conoscenze e competenze per capire il funzionamento di Talking Hands..Attraverso il progetto, gli studenti stanno rafforzando ed applicando le loro conoscenze di informatica e di elettronica, fondamentali per la realizzazione di innovativi prodotto tecnologici.

Il nostro Istituto ha attuato questo progetto nell’ambito dei Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale (PON) “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020”. Il progetto, denominato “Immaginare per creare” “10.6.6 A-FSEPON-LA-2017-27” modulo: Talking Hands: I segni prendono voce”, è stato avviato a seguito della nota autorizzativa del MIUR prot. n. AOODGEFID/180 del 10 gennaio 2018, che rappresenta la formale autorizzazione dei progetti e impegno di spesa.

Grazie a questo e ad altri progetti analoghi, il nostro Istituto può offrire una formazione professionale maggiormente rispondente alle richieste del mercato lavorativo. 

ll progetto è stato realizzato in collaborazione con la Limix Srl, società di ricerca e sviluppo spin-off dell’Università di Camerino, in prima linea nello sviluppo di nuove tecnologie con forte impatto sociale.

 
 

Si è concluso, oggi, il progetto della Fattoria Sociale proposto dall'Associazione Agricampo ONLUS, finanziato dal PSR 2014-2020 della Regione Lazio in Collaborazione con il Liceo Plauto.

Il “PRIMO SEME” è un progetto inclusivo che ha permesso ai nostri alunni Nicoleta, Damiano e Luigi di “coltivare” i loro talenti per far fiorire nuove competenze, abilità, risorse interne, ma soprattutto l’amore per la natura e per se stessi.

Tutti noi del “Magarotto” ringraziamo di cuore il dott. Francesco Tamburella, presidente dell’Associazione Agricampo ONLUS per la passione e l’infinità disponibilità, gli operatori ,“ giardinieri dei talenti” Serena, Noemi, Gabriele, Clara, Alessio, Carlotta, Giorgia che hanno scoperto, coltivato con professionalità e immenso entusiasmo questo potenziale umano.

Infine un ringraziamento particolare alla Dirigente Scolastica Isabella Pinto e alle famiglie dei nostri alunni che, con la loro collaborazione, hanno reso possibile questa meravigliosa iniziativa.